È frutto della ricerca italiana questo innovativo dispositivo medico che offre risultati di grande rilievo nel trattamento anti age e in quello di patologie degenerative molto diffuse. E si presenta anche come un’interessante opportunità di investimento.

Comunicato stampa : Milano (2 Aprile 2020) – THERESON Srl

Per fortuna non tutti i cervelli fuggono dall’Italia. E quando si mettono insieme il risultato è assai spesso di eccellenza. Ne è un esempio lampante il TMR (marchio registrato e acronimo di Risonanza Magnetica Terapeutica), un innovativo dispositivo medico che mette a disposizione grandi benefici per la nostra salute e il nostro benessere. Il TMR è un dispositivo al 100% Made in Italy, realizzato dalla società Thereson, frutto di un lungo lavoro di ricerca e sviluppo a cui si sono dedicati scienziati del calibro di Alberto Conti, ingegnere e fisico di fama internazionale e Vincenzo Di Donna, medico noto per le sue attività nel campo della Medicina rigenerativa, Socio fondatore della Simcri (Società Italiana di Medicina e Chirurgia Rigenerativa) e Ceo della società. Il progetto, che grazie alle sue caratteristiche, presenta un notevole potenziale, è aperto agli investitori.

Dottor Di Donna, cos’è la Risonanza Magnetica Terapeutica?
«La Risonanza Magnetica Terapeutica, o TMR, è una tecnologia sviluppata e impiegata nell’ambito della Medicina rigenerativa. Basata sugli stessi principi della ben nota RMN (Risonanza Magnetica Nucleare), applicata da molti anni con grande successo in ambito diagnostico, è una particolare forma di stimolazione dei tessuti biologici che avviene tramite campi magnetici pulsati a bassa frequenza e bassa intensità, fondata su un processo biofisico largamente validato in letteratura scientifica. I suoi effetti trovano un’efficace applicazione proprio nella Medicina rigenerativa, branca che si pone come obiettivo principale la riparazione di organi e tessuti danneggiati da eventi patologici, invecchiamento o traumi, in maniera da ripristinare o migliorare il loro funzionamento biologico.

Un campo quindi di grandissimo interesse e attualità, il cui potenziale ci ha convinto ad aprire il progetto agli investitori interessati»..

Quali sono i principali effetti fisiologici di questa tecnologia in ambito terapeutico?

«Nell’ambito della Medicina rigenerativa, quando si parla di “rigenerare” si intende “riequilibrare”. L’Invecchiamento fisiologico è legato al rallentamento della circolazione del sangue e all’ossidazione, da parte dei radicali liberi, dei nostri vasi sanguigni, in particolare di quelli più piccoli, che costituiscono il cosiddetto “microcircolo”. Qualcosa come 100mila km di vasi sanguigni che percorrono tutto il nostro organismo e che la TMR è in grado di riequilibrare, quindi rigenerare. Nello specifico, sono quattro gli effetti biologici straordinariamente interessanti per l’utilizzo in campo rigenerativo:
– Miglioramento dell’approvvigionamento di ossigeno attraverso la riattivazione del microcircolo.
– Attivazione del sistema immunitario con riduzione dell’infiammazione cellulare.
– Azione sulla sintesi proteica.
– Stabilizzazione dell’equilibrio ossidativo con riduzione dei radicali liberi».

Ecco l’INTERVISTA completa del Dott. Vincenzo di Donna sul magazine de Millionaire