La tendinite è l’infiammazione o irritazione di un tendine, che causa dolore in prossimità del punto di collegamento tra il tendine e l’osso. Le zone più colpite da questo tipo di problematica sono spalle, gomiti, polsi, ginocchia e talloni.

La comune tendinite può essere causata da un improvviso infortunio da sforzo, oppure dalla ripetizione di un particolare movimento nel tempo che provoca microlesioni nel tessuto. Inoltre, con l’età, i tendini diventano più deboli e più soggetti a questo tipo di infiammazione, a causa di una diminuzione della loro vascolarizzazione. In alcuni casi, l’origine delle tendinite può essere anche dovuta a patologie sistemiche o infezioni

Una tipologia particolare di tendinite è la tendinite o tendinopatia calcifica, caratterizzata dalla presenza di depositi di calcio, probabilmente dovuti alla calcificazione di frammenti di fibre tendinee necrotiche. Essa interessa generalmente la spalla e colpisce maggiormente il sesso femminile con un’età media tra 40 e 50 anni.

L’epicondilite, invece, è una tendinopatia dovuta all’infiammazione dei tendini collegati all’epicondilo laterale, struttura ossea del gomito. Proprio per questo motivo nel gergo comune viene chiamata “gomito del tennista” in quanto è una patologia che interessa pazienti che utilizzano spesso il braccio nel lavoro o nell’attività sportiva.

La maggior parte dei casi di tendinite possono essere trattati con successo con il riposo, terapia farmacologica e terapia fisica, tra cui il trattamento con Risonanza Magnetica Terapeutica TMR® .

La terapia TMR® infatti può agire diminuendo l’infiammazione nella zona e riducendo la conseguente componente dolorosa.

Senza un adeguato trattamento, le tendiniti aumentano il rischio di rottura del tendine, condizione che potrebbe richiedere l’intervento chirurgico.